Curarsi Naturale

Perdita di peso

Differenze fra dieta chetogenica e chetoni esogeni

Differenze fra dieta chetogenica e chetoni esogeni

Differenze fra dieta chetogenica e chetoni esogeni

La dieta chetogenica sfrutta un processo naturale del corpo, una dieta che crea spesso divisioni nel mondo dei nutrizionisti. Apportando una minor quantità di carboidrati nella propria alimentazione il corpo non riesce ad avere l’energia necessaria per il suo sostentamento e si trova cosi costretto a cercare un’alternativa utilizzando le riserve di grasso. Questo processo è conosciuto come chetosi.

Le proteine giocano un ruolo principale, mentre i carboidrati vengono ridotti drasticamente e assunti attraverso le verdure. Questo non significa fare delle rinunce estreme, ma scegliere con attenzione la qualità degli elementi assunti.

Cosa sono i chetoni esogeni?
prodotti chetogenici

I chetoni esogeni sono metaboliti dell’ossidazione dei grassi che il fegato produce. Permettono al cervello di ricevere il carburante necessario per produrre energia.

Si differenziano in due tipi:

    1. sali chetoni che riescono ad aumentare il livello di chetoni presenti nel sangue elevando il carico salino con un impatto abbastanza lieve sull’organismo. Si trovano sul mercato a prezzi convenienti. Sono composti sintetici di acido beta-idrossibutirrico, che si legano a particelli di sodio, magnesio e potassio.
    2. Chetoni esterni, aumentano i livelli di chetoni nel sangue in maniera maggiore rispetto ai sali e lo fanno in tempi molto rapidi. Più efficaci se si è alla ricerca di un risultato più concreto.

Entrambi si presentano in polvere da mescolare a un liquido prima di essere ingeriti.

I chetoni esogeni migliorano il metabolismo e riescono a limitare la ripartizione dei carboidrati.

Durante l’esercizio fisico il corpo invece di utilizzare i grassi per produrre energia ossida i chetoni servendosene come fonte di carburante.

L’assunzione di integratori esogeni sembra far raggiungere al corpo lo stato di chetosi senza ridurre o eliminare i carboidrati dall’alimentazione. Utilizzando entrambi i metodi si può finalmente vedere un dimagrimento del proprio corpo.

Chetoni endogeni e esogeni

Durante la chetosi vengono prodotti due corpi chetonici: l’acetoacetato e il beta-idrossibutirrato. Questi vengono definiti chetoni endogeni perché vengono prodotti all’interno del corpo, mentre quelli prodotti all’esterno e assunti con integratori prendono il nome di chetoni esogeni.

Entrambi hanno i medesimi risultati metabolici sul corpo. L’assunzione di integratori esogeni si è dimostrata sicura ed efficace, riuscendo ad aumentare la quantità di chetoni presenti nel sangue e favorendo cosi il processo di chetosi tanto ricercato.

Studi recenti hanno rilevato la possibilità di ottenere questi benefici senza dover ricorrere a dure diete dimagranti. Le persone sottoposte al trattamento hanno percepito una diminuzione dell’appetito ed è stato registrato un livello plasmatico di grelina inferiore alla media.

Come assumere gli integratori esogeni

Si raccomanda di seguire le indicazioni riportate su ciascun prodotto prima di assumere l’integratore. In base al risultato che si vuole ottenere l’integratore può essere ingerito più volte durante la giornata con l’aiuto di abbondanti quantità d’acqua.

Per aiutare il corpo ad utilizzare i chetoni si consiglia di assumerli di prima mattina prima che vengano utilizzati gli zuccheri presenti nella colazione o nel pranzo. Ricordate che l’integratore non è un sostitutivo dei pasti, ma favorisce il processo di dimagrimento.

Per avere ulteriori informazioni sui chetoni esogeni Pruvit vi invitiamo a visionare il sito ufficiale, riportato in seguito, dove potrete conoscere il prezzo e la modalità d’acquisto di questo innovativo prodotto.

Dimagrire sembra davvero una cosa impossibile per molte persone. I rimedi usati sono davvero i più disparati, diete drastiche, abbonamenti in palestre a volte mai utilizzati, beveroni con strani frutti sconosciuti. I risultati spesso risultano essere gli stessi, tanta frustrazione e i kg letti sulla bilancia sono sempre gli stessi.

É possibile andare alla radice del problema? Esistono integratori in grado di bruciare il grasso e aiutarvi cosi a perdere finalmente peso? La risposta è si! I chetoni esogeni servono davvero a ridurre il proprio grasso corporeo. In questa guida offerta dal nostro partner guadagnaresalute.it potrete leggere informazioni che vi aiuteranno a fare luce sull’argomento, capire il loro funzionamento e i benefici che se ne ottengono.

Chetoni esogeni: miglior bruciatore di grasso efficace

I chetoni esogeni sono integratori prodotti dalla nota azienda americana Pruvit, da quando sono presenti sul mercato italiano hanno riscosso un notevole successo.

Tra i benefici che si possono ottenere grazie a questo prodotto ci sono:

  • riduzione del senso di fame;
  • aumento della forza fisica e mentale;
  • miglioramento delle performance sportive;
  • miglioramento dell’umore;
  • aumento della concentrazione;
  • probabilità inferiori di contrarre infiammazioni;
  • riduzione del livello di zuccheri nel sangue.

A cosa servono i bruciatori di grasso ?

Tutti i prodotti brucia grasso cercano di stimolare il metabolismo, assorbire i carboidrati ingeriti e sopprimere la sensazione di fame. Diciamocelo questi sono i 3 colpevoli principali che portano molte donne e uomini a mangiare sempre di più e ad aumentare di peso.

L’obiettivo dei bruciatori di grasso in circolo rimane per tutti lo stesso: diminuire i kg di troppo. Per ottenere veri risultati è necessario unire questi integratori a una buona e sana dieta e a un regolare esercizio fisico.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.