Come curare l’Alopecia? Rimedi e trattamenti anticaduta

Come curare l’alopecia: rimedi e cure efficaci

Ti sarà d’aiuto sapere che esistono tanti rimedi per prevenire e combattere la calvizie sia nel caso tu sia un uomo che una donna.  Va precisato tuttavia, però che molte di queste cure spesso non danno gli effetti sperati e si risolvono in perdite di tempo e denaro. In alcuni casi, aggravando la situazione. Molto dipende anche dalla tipologia di alopecia e dallo stadio.

Vediamo quali sono i vari di tipi di calvizie.

Calvizie areata rimedi

Nel caso dell’alopecia areata si può affermare che la migliore terapia è non fare nulla perché la maggior parte dei rimedi ha una valenza negativa. Nelle forme più acute è prevista la “PUVA terapia“.
Si tratta di una terapia d’urto, da eseguire solo in fase adulta, della durata di circa tre sedute a cadenza settimanale, con gravi effetti collaterali anche di tipo cancerogeno.

Una terapia labile nel suo successo, da sospendere dopo 30 sedute in caso di mancanza di risultati, a cui comunque accompagnare una terapia di mantenimento per preservare i risultati.

Calvizie da stress rimedi

In questo caso dato che a favorire la perdita dei capelli è lo stress è consigliabile tra i rimedi per contrastare la caduta dei capelli un percorso terapeutico.

Consultare uno psicologo al fine di individuare la causa scatenante il fastidio interiore.
Sono altresì suggerite attività rilassanti come la meditazione e lo yoga, in particolare l’asana capace di riattivare la circolazione sottostante il cuoio capelluto importante per la tenuta del capello.

Tra le soluzioni tecniche, invece, può apportare ottimi benefici la laserterapia. Si tratta di una tecnica volta a creare un elettro-stimolazione dei bulbi piliferi. Ad oggi, tuttavia, non è possibile definire la laserterapia una tecnica definitiva o un rimedio eccellente.

Calvizie comune maschile rimedi

Trovare un rimedio per la calvizie maschile comune non è affatto semplice, perché se un contributo importante lo dà lo stress, il fattore psicologico non è l’unica causa scatenante.

Ecco alcuni integratori utili per la caduta dei capelli maschile:


Fiale anticaduta: scopri queste efficaci


Si tratta di una calvizie di carattere androgenetica per cui la cura può variare da soggetto a soggetto e non è detto che si rischia a trovare il rimedio giusto.

-> Leggi l’articolo su come velocizzare la ricrescita dei capelli

Calvizie comune femminile

Nel caso della alopecia androgenetica femminile la causa è un eccesso ormonale ragion per cui il rimedio più semplice è seguire una cura volta ad abbassare questi livelli ormonali.
Il fine è ridurre a livelli accettabili il “diidrotestosterone” causa scatenante la calvizie comune nelle donne.

Terapie farmacologiche per la calvizie

Sul mercato puoi trovare diversi farmaci per combattere la calvizie femminile o maschile e rinforzare i capelli, tuttavia se si è in uno stato avanzato la terapia non può fare miracoli.

Tra i farmaci più gettonati si ricorda il “Finasteride o Minoxidil” per la calvizia maschile o lo “spironolattone e acido azelaico” per la calvizie femminile.

Si tratta di farmaci che richiedono un processo terapeutico lungo e fra l’altro molto costosi. Inoltre, come ogni farmaco sono conseguenza di effetti collaterali esteticamente sgradevoli: i capelli appaiono unti e pochi ma anche di effetti carattere ormonale o cancerogeno ragion per cui è opportuno farsi accompagnare nel percorso da un esperto.

ALTRI ARTICOLI INTERESSANTI ->   Perché mi cadono i capelli? Le risposte alle cause più comuni

Rimedi naturali per la calvizie

Sappi che puoi accedere a dei rimedi naturali per la cura della calvizie, ma per lo più vi è da dire che si tratta di cure fittizie.
Tra i rimedi naturali molti omeopatici tra cui estratti di piante e fiori come l’olio di ortica e l’aloe vera. Si tratta di estratti sicuramente ottimi per la pelle e problemi di capelli troppo grassi ma incapaci di produrre effetti per la calvizia.

Cure fai da te che possono anche essere pericolose in quanto capaci di fagocitare allergie locali.

Un “rimedio cinese“, magico, per cui dovrebbero addirittura ricrescere i capelli prevede l’applicazione di un estratto di una pianta cinese detta “Ho Shu Wo” conosciuta anche come “Fallopia multiflora” è stato vanificato dai tanti insuccessi dichiarati.

Di fronte a questa criticità la scienza medica ha messo appunto delle ricerche approfondite sull’uso delle cellule staminali di origine animali.
Si è scoperta la potenzialità delle stesse seppur ad oggi il metodo non è ancora applicato all’uomo.

Risolvere la calvizie con la tecnica del tatuaggio (tricopigmentazione)

Se soffri di calvizie potresti risolvere l’assenza di capelli facendoti un tatuaggio effetto “rasatura“. Si tratta comunque di una soluzione per lo più approssimativa e di certo non risolutiva.

Si parla di “pigmentazione del cuoio capelluto“, per cui si segue la tecnica del tatuaggio ma con una tecnica e un’attrezzatura specifica fatta di aghi e colorazioni più simili a quelle dei capelli veri e propri.

Tuttavia, sono tanti i contro del mondo scientifico verso questa tecnica. In primo luogo la durata nel tempo, è possibile che la colorazione come per i tatuaggi risenta del tempo e si scolorisca creando un effetto visivo per nulla gradevole.
Altresì si è sviluppato un certo allarmismo in merito a possibili effetti collaterali dovuto all’uso dell’inchiostro direttamente sulla cute.

Trapianto di capelli

Come avrai potuto ben comprendere alla fine l’unico rimedio se stai perdendo i capelli più sicuro e duraturo nel tempo è quello di sottoposto ad un trapianto.
In particolare, si consiglia l’autotrapianto, per cui vengono trapiantati capelli appartenenti al proprio cuoio capelluto.

Tecnica FUE

Si tratta di una tecnica di auto-trapianto tra le più apprezzate per i risultati. I capelli vengono tolti nelle aree in cui sono più folti e reimpiantati mediante un sistema di tipo “tricologico“. La particolarità è che non viene estratto solo il capello ma lo stesso bulbo al fine di riattivare la zona morta. La tecnica è sicura in quanto l’auto-trapianto neutralizza il rigetto.

Inoltre, esteticamente è una tecnica davvero minuziosa perché operando con un mini-bisturi le cicatrici sono completamente assenti.
Una tecnica consigliata a chi vuole una chioma folta in breve tempo, bastano davvero un paio di mesi.
Tuttavia, come ogni intervento dovrai essere comunque autorizzato dal tuo dottore previa visita.

Continua a leggere CurarsiNaturale.it, segui la nostra pagina Facebook e iscriviti al canale Curarsi Naturale su WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto