Sonniferi naturali: 4 rimedi senza ricetta per dormire meglio

La notte non riesci a chiudere occhio? Potresti soffrire d’insonnia. Ecco alcuni  fra i migliori rimedi naturali, veri e propri sonniferi naturali da prendere in considerazione se si vogliono evitare i classici farmaci da banco.

Non ne puoi più dell’insonnia che ti tormenta da una vita, ma non hai ancora trovato una soluzione perché l’idea di imbottirti dei classici sonniferi non ti alletta? Allora scopri 4 straordinari sonniferi naturali potenti che puoi acquistare in totale tranquillità senza la ricetta del medico.

Migliori sonniferi naturali in erboristeria
sonniferi naturali erboristeria

 

I sonniferi naturali sono un’ottima alternativa ai classici farmaci perché non hanno effetti collaterali, e soprattutto non producono assuefazione e dipendenza.

Capita a chi prende sonniferi di non poter più dormire appena smette perché ormai il corpo è stato abituato a reagire con il sonno solo dopo l’assunzione di certi ingredienti chimici. Invece, in quanto prodotti solo con sostanze naturali, l’alternativa green dei sonniferi, ti aiuta a rilassarti e a dormire in modo sereno senza alternare la biochimica del tuo organismo.

Prima di passare in rassegna questi rimedi naturali per l’insonnia, scopriamo come si riconosce questo disturbo del sonno (basta una sola notte in bianco per ricorrere ai sonniferi?), quante tipologie esistono, la cause, i sintomi.

sonniferi naturali

Che cos’è l’insonnia

L’insonnia è un disturbo del sonno molto comune. Si tratta della difficoltà ad addormentarsi o rimanere addormentato, anche quando una persona ha la possibilità di farlo. Le persone che soffrono d’insonnia hanno molte difficoltà a svegliarsi presto per cominciare la giornata, oppure per loro è impossibile riaddormentarsi quando si svegliano durante la notte, ad esempio per impellenze urinarie.

L’insonnia può influenzare non solo il livello di energia e l’umore, ma anche la salute, le prestazioni lavorative e la qualità della vita.

La quantità di sonno sufficiente varia da persona a persona, ma la maggior parte degli adulti ha bisogno, in media, delle famose 7-8 ore a notte.

Non devi sopportare notti insonni e farti vincere dall’ansia. Rimedi naturali con estratti di erbe calmanti e semplici cambiamenti nelle tue abitudini quotidiane possono spesso aiutare più dei farmaci.

Migliori Sonniferi naturali e trattamenti senza farmaci

Se per te è difficile svolgere attività quotidiane perché sei stanco a causa dell’insonnia, il medico può prescrivere sonniferi naturali per un breve o lungo periodo.

È sconsigliato usare sonniferi da banco per l’insonnia. Potrebbero avere effetti collaterali e tendono a funzionare meno bene nel tempo.

Per l’insonnia cronica, avrai anche bisogno di cure per le condizioni o i problemi di salute che ti tengono sveglio. Il medico potrebbe quindi suggerire una terapia comportamentale. Questo può aiutarti a cambiare le cose che fai durante la giornata, quelle cattivi abitudini che peggiorano l’insonnia anziché prevenirla.

Passiflora sonnifero naturale

Dormire sonni sereni, dire addio all’insonnia grazie alla passiflora? La passiflora è senza ombra di dubbio uno dei rimedi naturali più efficaci contro i disturbi del sonno.

La passiflora dispone di proprietà sedative e rilassanti benefiche per chi fatica a dormire. Non a caso, oltre a essere fra i migliori sonniferi naturali, è in grado di placare gli stati ansiosi e la tachicardia.

Fiori di Bach

Utilizzare i Fiori di Bach come sonniferi naturali? Un vero e proprio azzardo secondo alcuni. Tuttavia, nonostante gli scettici amino parlare di effetto placebo ogni qualvolta si tirano in ballo i Fiori di Bach (il loro utilizzo come coadiuvanti del sonno purtroppo non fa alcuna eccezione), quest’ultimi sarebbero quanto c’è di meglio per combattere l’insonnia.

Grazie ai Fiori di Bach potrai contrastare l’insonnia alla radice, agendo sulle cause del tuo malessere, su tutti quei pensieri ansiogeni che fai ogni giorno in grado di rubarti energia positiva. Ma cosa sono precisamente i Fiori di Bach?

Contrariamente a molti altri sonniferi naturali composti da mix di erbe omeopatiche (molto più potenti nell’immediato), i Fiori di Bach sono in grado di agire sul lungo periodo e non presentano alcun tipo di effetto collaterale né danno assuefazione.

Melatonina per dormire meglio

Quando si parla di sonniferi naturali, è impossibile non tirare in ballo la melatonina.

La melatonina è un ormone prezioso, già presente all’interno del nostro organismo in quanto prodotta dalla ghiandola pineale. Oggi è possibile trovarla sotto forma di integratore in erboristeria o in farmacia.

Numerose ricerche internazionali hanno comprovato l’efficacia della melatonina non solo contro l’insonnia, ma anche contro una lunga serie di disturbi come depressione stagionale ed alopecia.

A differenza della stragrande maggioranza dei sonniferi naturali, è in grado di ristabilire il ritmo circadiano e di migliorare la qualità del sonno.


Melissa e Valeriana come sonniferi naturali

melissa e valeriana

Forse ti stupirà il fatto che inseriamo questi due sonniferi naturali ideali per combattere lo stress e l’ansia. E ti dico subito il perché.

Potrai ritrovare il tuo sonno sereno grazie alla nostra perfetta sinergia di queste due piante, la Melissa e la Valeriana.

Personalmente tempo fa avevo problemi di insonnia e dopo aver provato vari prodotti mi sono sono imbattuto in questa “magica” formula e finalmente ho ricominciato a dormire normalmente.

Ho trovato questo integratore naturale contenente Melissa e Valeriana girando per il web e sono felice di condividerlo con te.

Scopri meglio di cosa sto parlando e combatti anche tu l’insonnia in maniera naturale con la Melissa e la Valeriana.


La Valeriana veniva utilizzata dai medici della Grecia antica per curare l’insonnia, essa contribuisce alla riduzione della stanchezza e della sonnolenza durante la giornata. Agisce sui meccanismi di comunicazione chimica a livello cerebrale, favorendo la riduzione di stress e di ansia.

La Melissa, riconosciuta per le sue proprietà calmanti, esercita un’azione tranquillante e migliora la qualità del sonno. È efficace anche per curare gli stati di ansia e di agitazione.

La sinergia di questi due estratti vegetali rende possibile addormentarsi in tempi più brevi, ridurre il rischio di risvegli notturni e attenuare i danni causati dallo stress.

Sonniferi naturali – La parola ai lettori

Hai già provato questi sonniferi naturali senza ricetta? Qual è la tua esperienza in merito? Li hai trovati efficaci oppure poco potenti?

Quanto dura l’insonnia?

L’insonnia può essere caratterizzata in base alla sua durata. Si hanno due tipologie principali.

L’insonnia acuta è breve e spesso si verifica a causa di circostanze della vita. Ad esempio, quando non riesci ad addormentarti la sera prima di un esame o dopo aver ricevuto notizie stressanti o cattive. Molte persone potrebbero aver sperimentato questo tipo di interruzione del sonno occasionale. L’insonnia acuta tende a risolversi da sola senza alcun trattamento particolare.

L’insonnia cronica è il sonno interrotto che si verifica almeno 3 notti a settimana e dura almeno 3 mesi. I disturbi dell’insonnia cronica possono avere molte cause. Cambiamenti nell’ambiente, cattive abitudini del sonno, lavoro a turni, altri disturbi clinici e alcuni farmaci potrebbero portare a un modello a lungo termine di sonno insufficiente. Soprattutto le persone con questo tipo di insonnia cronica possono beneficiare dei sonniferi naturali o qualche altra forma di trattamento per tornare a ritmi di sonno sani.

L’insonnia cronica può essere anche “comorbosa”, il che significa che è collegata a un altro problema medico o psichiatrico, sebbene a volte sia difficile comprendere questa relazione di causa ed effetto.

Insonnia sintomi

Troppo generico definire l’insonnia come la difficoltà ad addormentarsi, potrebbe trattarti solo di una nottataccia. Per questo è più sicuro informarsi sui sintomi ti questo disturbo del sonno e capire se se ne soffre davvero o meno.

I sintomi più comuni dell’insonnia comprendono:

  • Difficoltà ad addormentarsi
  • Svegliarsi continuamente durante la notte
  • Svegliarsi troppo presto
  • Non sentirsi riposati dopo una notte di sonno
  • Stanchezza diurna o sonnolenza
  • Irritabilità, depressione o ansia
  • Difficoltà a prestare attenzione, concentrandosi su compiti o ricordare
  • Aumento di errori o incidenti
  • Preoccupazioni continue per il sonno.

Quando vedere un dottore

Se gli episodi di insonnia si protraggono nel tempo e quindi diventa cronica, questo ti rende difficile affrontare la normale routine quotidiana. È questo il momento di andare dal medico. Consulta il tuo medico per identificare la causa del problema del sonno e come può essere trattato. Se il tuo specialista ritiene che potresti avere un disturbo del sonno, allora potrà consigliarti il trattamento migliore.

Cause insonnia a seconda del tipo

Esistono due tipi principali di insonnia che si differenziano in base alle cause che la scatenano:

Insonnia primaria I problemi di sonno non sono collegati ad altre condizioni di salute (come appunto l’insonnia comorbosa)

Insonnia secondaria Le difficoltà a dormire sono causate da una specifica condizione di salute come: asma, depressione, artrite, cancro o bruciore di stomaco, dolore diffuso, effetti collaterali dei farmaci o l’uso di sostanze che creano dipendenza.

Le cause dell’insonnia primaria

  • Stress legato a grandi eventi della vita, come perdita di lavoro o traslochi, morte di una persona cara, divorzio, ecc.
  • Disturbi percettivi legati all’ambiente intorno a te come rumore, luce o temperatura
  • Modifiche al tuo ritmo del sonno come jet lag, un nuovo turno di lavoro, cattive abitudine oppure dipendenza da sonniferi da banco

Le cause dell’insonnia secondaria

  • Problemi di salute mentale come depressione e ansia
  • Farmaci per raffreddori, allergie, depressione, ipertensione e asma
  • Patologie che provocano dolore cronico alla schiena, ecc come la fibromialgia
  • Uso di caffeina, tabacco o alcool soprattutto nelle ore notturne
  • Ipertiroidismo e altri problemi endocrini
  • Altri disturbi del sonno, come apnea notturna o sindrome delle gambe senza riposo

Insonnia e invecchiamento

L’insonnia diventa più comune con l’avanzamento dell’età. Invecchiando, potresti riscontrare:

  • Cambiamenti nei ritmi del sonno

Il sonno diventa spesso meno riposante con l’età e il rumore o altri cambiamenti nel tuo ambiente hanno maggiori probabilità di svegliarti. Con l’età il tuo orologio interno spesso avanza, quindi ti stanchi presto la sera e ti svegli la mattina presto. Tuttavia, le persone anziane, in genere, hanno ancora bisogno della stessa quantità di sonno dei giovani.

  • Cambiamenti nell’attività

Potresti essere meno attivo fisicamente o socialmente. Una mancanza di attività può interferire con una buona notte di sonno. Inoltre, meno sei attivo, più è probabile che tu possa fare un pisolino quotidiano, che può interferire con il sonno durante la notte.

  • Cambiamenti nella salute

Il dolore cronico da condizioni specifiche come l’artrite o problemi alla schiena (nonché la depressione o l’ansia) possono interferire con il sonno. Problemi che aumentano la necessità di urinare durante la notte, come problemi alla prostata o alla vescica, possono interrompere il sonno. L’apnea notturna e la sindrome delle gambe senza riposo diventano più comuni con l’età.

  • L’uso di più farmaci

Le persone anziane in genere usano più farmaci da prescrizione rispetto ai giovani, il che aumenta la possibilità di insonnia associata agli effetti collaterali da farmaci.

Insonnia nei bambini e negli adolescenti

I problemi del sonno possono essere fonte di preoccupazione anche per bambini e adolescenti. Tuttavia, certi giovani hanno semplicemente problemi ad addormentarsi o resistere a una normale ora ad andare a letto solo perché i loro orologi biologici sono più ritardati. Vogliono andare a letto più tardi e dormire più tardi la mattina, tutto qui.

Fattori di rischio: chi è soggetto al’insonnia?

Quasi tutti hanno sperimentato una o due volte nella vita  la brutta esperienza di una notte insonne. Ma ci sono delle persone più soggette si altre ai disturbi del sonno.

il rischio di insonnia è maggiore se:

Sei una donna. I cambiamenti ormonali durante il ciclo mestruale e in menopausa possono svolgere un ruolo non indifferente nel ritmo del sonno-veglia. Durante la menopausa, i sudori notturni e le vampate di calore spesso disturbano il sonno. L’insonnia è anche comune con la gravidanza.

Hai più di 60 anni. A causa dei cambiamenti negli schemi del sonno e della salute, l’insonnia aumenta con l’età come abbiamo visto.

Hai un disturbo di salute mentale o una condizione di salute fisica. Molti problemi che incidono sulla salute mentale o fisica possono disturbare il sonno.

Sei molto stressato. Tempi ed eventi stressanti possono causare insonnia temporanea. Più lo stress è maggiore o di lunga durata e più può portare a insonnia cronica.

Non hai un programma regolare. Ad esempio, cambiare i turni di lavoro o di viaggio può interrompere il ciclo sonno-veglia.

Insonnia complicazioni

Il sonno è importante per la salute come una dieta sana e una regolare attività fisica. Qualunque sia il motivo della perdita del sonno, l’insonnia può influenzarti sia mentalmente che fisicamente in maniera negativa. Le persone con insonnia segnalano una qualità di vita inferiore rispetto alle persone che dormono bene.

Le complicazioni dell’insonnia possono includere:

  • Prestazioni inferiori sul lavoro o a scuola
  • Tempi di reazione rallentati durante la guida e un rischio maggiore di incidenti
  • Disturbi della salute mentale, come depressione, disturbo d’ansia o abuso di sostanze
  • Aumento del rischio e della gravità di malattie o condizioni a lungo termine, come ipertensione e malattie cardiache

 

Continua a leggere CurarsiNaturale.it, segui la nostra pagina Facebook e iscriviti al canale Curarsi Naturale su WhatsApp

9 commenti su “Sonniferi naturali: 4 rimedi senza ricetta per dormire meglio”

  1. Si ho sperimentato più volte questi rimedi naturali per i disturbi del sonno di mio figlio e la loro azione sinergica con ottimi risultati!!!Anche attualmente sta prendendo un ottimo prodotto che associa alle virtù di passiflora Melissa e valeriana anche quello della rodiola…ottimo antidepressivo naturale!Grazie a voi!

    1. Io sto provando succhi di frutta albicocca o pera con l’aggiunta di alcol a 95% diluirlo con molta attenzione e mescerne piu’ bicchieri per il quantitativo calmante,l’alcol brucia e con i succhi non si sente,ma bisogna fare movimento e stancarsi la miglior soluzione

  2. I miei geirori noni lasciano scendere ho 20 anni e non posso tornaew dopo le 11 . Non so che fare, ho provato ad andare in farmacia ma mi serviva la prescrizione medica. Avete qualche sonnifero potente da dargli che però non abbia bisogno di prescrizione? AIUTATEMI SONO DISPERATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto