Curarsi Naturale

Rimedi naturali

Suffumigi benefici per tosse, sinusite e raffreddore

Suffumigi per sinusite

Si possono chiamare in diversi modi: suffumigi, vapori, fumenti; l’appassionato della cura della pelle il chiama “sauna facciale”. Sono il rimedio della nonna per eccellenza, un rimedio tutto naturale che funziona davvero!

Suffumigi benefici per tosse, sinusite e raffreddore

I suffumigi o fumenti possono essere un rimedio utile contro i problemi respiratori cronici, occasionali o stagionali come mal di gola, sinusite, raffreddore e tosse. Tutti questi disturbi possono essere migliorati proprio con l’inalazione di vapore naturale.

È una pratica casalinga molto antica adatta ai bambini e agli adulti (i bambini però devono avere almeno un anno di età). Uno dei modi più efficaci per beneficiare del potere curativo dei suffumigi è quello di aggiungere un olio essenziale all’acqua bollente, oppure del bicarbonato come vedremo.

Il procedimento è molto semplice, basta seguire questi facili passaggi da fare in casa:

  • Riempire una pentola d’acqua corrente
  • Mettere sul fuoco la pentola e portarla  a ebollizione
  • Togliere la pentola dal fornello
  • Aggiungere un principio attivo all’acqua bollente, che può variare da caso a caso (e di questo ne parleremo in seguito)
  •  Avvicinare il viso alla pentola e  inalare attraverso il naso  i vapori che si propagano per almeno 10 minuti
Suffumigi per sinusite
Suffumigi con bicarbonato per sinusite

Per rendere più efficace l’inalazione senza la dispersione del vapore, è possibile coprire la testa con un asciugamano o un altro tipo di panno quando si è piegati con il viso sulla pentola.

Come funzionano i suffumigi?

Secondo gli studi scientifici, durante l’inalazione di vapore, l’aria calda e umida è in grado di sciogliere e allentare la pressione del muco e del catarro nei passaggi nasali, nella gola e nei polmoni. Ciò può alleviare i sintomi provocati dai vasi sanguigni infiammati e gonfi delle cavità respiratorie.

Un naso chiuso è innescato dall’infiammazione nei vasi sanguigni dei seni paranasali. I vasi sanguigni possono irritarsi a causa di un’infezione acuta delle vie respiratorie superiori, come un raffreddore o un’infezione sinusale.

Il principale vantaggio della respirazione di vapore umido e caldo è che può aiutare ad alleviare sensazioni di irritazione e il mal di testa tipico della sinusite. L’umidità può anche aiutare a fluidificare il muco nei seni paranasali, il che consente loro di svuotarsi più facilmente.

Leggi l’articolo sulle Migliori macchine per aerosol: naso e bocca, modelli e prezzi

Rimedi naturali sinusite: i suffumigi funzionano davvero?

Come abbiamo visto, l’inalazione di vapore può aiutare ad aprire i seni paranasali ostruiti. Questo rimedio naturale insieme a quello dell’irrigazione nasale può portare molto sollievo a chi soffre di patologie respiratorie croniche come la sinusite.

Le persone con sinusite cronica e ricorrente hanno una scarsa qualità della vita. Questo perché il fastidio è costante e porta a essere anche sempre facilmente irritabili e tristi. La sinusite cronica impedisce di godere appieno della quotidianità anche nelle piccole cose come annusare un bel piatto di pasta al ragù, oppure il poter semplicemente respirare a pieni polmoni senza dover aprire la bocca.

La ricerca si è data da fare soprattutto negli ultimi anni per essere in grado di fornire dei rimedi naturali veramente semplici ed efficaci che consentono alle persone di gestire questo problema, di aiutarli con i loro sintomi riducendo la necessità di assumere farmaci da banco.

Una buona percentuale di italiani soffre di sinusite, si tratta di una condizione che di solito si tende a sottovalutare prima di andare dal medico o prima di informarsi circa i rimedi o le azioni di prevenzione da poter attuare per alleviare gli attacchi (soprattutto per le persone soggette alle infezioni respiratorie).

La sinusite è un’infiammazione delle cavità nasali spesso causata da un virus, allergia, batteri, funghi o forse da una reazione autoimmune. Può arrivare e andarsene, un fastidio passeggero, oppure diventare cronica. Alle persone che soffrono di sinusite cronica, i medici spesso raccomandano i suffumigi con bicarbonato di sodio o altri oli essenziali.

L’efficacia dei suffumigi dimostrata con un esperimento

Per valutare l’efficacia di questo trattamento, un team di scienziati americani ha seguito un gruppo di  850 pazienti con sinusite cronica o frequente. I partecipanti all’esperimento sono stati ulteriormente suddivisi in altri gruppi ai quali sono stati assegnati trattamenti diversi: chi l’inalazione giornaliera di vapore, chi l’irrigazione delle cavità nasali, chi i farmaci, ecc.

Al gruppo dei suffumigi è stato chiesto di inalare vapore per almeno 10 minuti ogni giorno. Sono stati indirizzati a mettere un asciugamano sopra la testa e stare in piedi sopra una bacinella di acqua bollente.

Passati i primi 6 mesi di raccolta dati, i ricercatori hanno scoperto che i pazienti che hanno utilizzato l’inalazione di vapore avevano riscontrato una diminuzione significativa del mal di testa (tipico sintomo martellante della sinusite). Mentre il gruppo  dell’irrogazione nasale affermava di sentire meno l’oppressione della congestione.

Quindi, per avere un trattamento potenziato, un buon consiglio sarebbe quello di abbinare l’irrogazione nasale ai suffumigi.

Suffumigi con bicarbonato

Le possibilità sono molte e richieste a seconda delle vostre esigenze e dal tipo di problema che volete curare. La soluzione più comune, alla portata di tutti, ma comunque efficace, è quella che vede l’utilizzo del  bicarbonato: un elemento che tutti hanno in casa e che si presta a molti impieghi.

In questo caso, il bicarbonato aiuta a lenire l’infiammazione respiratoria e a fluidificare il catarro che si blocca in caso di sinusite, creando i tipici forti dolori alla testa.

Il bicarbonato, comunque, non è l’unico elemento di facile reperibilità che possiamo utilizzare per attenuare maggiormente i sintomi della sinusite occasionale o cronica. Non solo per ridurre certi disturbi, ma anche per prevenire il raffreddore e le difficoltà respiratorie che ne derivano, è consigliabile usare alcune gocce di oli essenziali balsamici, come l’Olio 31 (scopri la scheda), o altri oli essenziali estratti di erbe come il timo o l’eucalipto.

I migliori oli essenziali per espellere il catarro e per il loro effetto balsamico sono: il pino, la menta piperita, l’eucalipto e la lavanda, tutti hanno proprietà anche calmanti e rilassanti. Basta aggiungerne 2 o 3 gocce in acqua bollente e mescolare.

La camomilla usata sotto forma di bustina per infuso oppure nella versione più grezza di fiori secchi è un altro trattamento eccellente per i seni nasali ostruiti. Tuttavia, deve essere evitato durante la gravidanza, l’allattamento e non somministrato ai bambini piccoli.

I benefici dei suffumigi agli oli essenziali

L’inalazione di vapore con l’aggiunta di bicarbonato, estratti di erbe oppure olio essenziale può fornire un sollievo consistente dai sintomi di questi comuni fastidi che colpiscono soprattutto le vie respiratorie:

  • Comune raffreddore
  • Influenza
  • Sinusite occasionale o cronica
  • Bronchite
  • Allergie nasali (come la rinite stagionale)
  • Mal di testa
  • Naso congestionato (naso chiuso)
  • Irritazione alla gola (faringite, laringite e simili)
  • Problemi respiratori causati dalla congestione delle vie aeree
  • Seni paranasali secchi o irritati
  • Tosse grassa o secca

I suffumigi o fumenti che siano, non possono di certo curare completamente un’infezione importante delle vie respiratorie, ma possono di sicuro aiutare ad alleviare i sintomi e accelerare la guarigione.  Ma come con qualsiasi altro rimedio casalingo, è importante imparare le migliori pratiche in modo da non farvi del male nel processo, ma anzi sfruttarle al meglio.

Adesso vediamo quale olio essenziale scegliere in base al problema principale che si vuole andare a migliorare:

Raffreddore

L’eucalipto (eucalyptus globulus o radiata) è uno dei migliori oli per il raffreddore. È antivirale, antibatterico e decongestionante.

Altri oli utili sono Lavanda (Lavandula angustifolia) – antibatterico, antivirale, decongestionante e rilassante.

Pino (Pinus sylvestris) – un buon decongestionante.

Albero del tè (Melaleuca alternifolia) – uno dei migliori oli antivirali ma non buono per liberare il naso come l’eucalipto.

La menta piperita (Mentha piperita) è un efficace decongestionante ma è abbastanza forte, quindi, non tutte le persone sono in grado di sopportarlo.

Tosse

L’inalazione di vapore di eucalipto è uno dei rimedi domestici più facili per la tosse. L’olio allevia la congestione e se c’è un’infezione, combatte anche i batteri.

Per la tosse secca e irritante, provate l’Incenso (Boswellia carterii).

Sinusite

Praticare i suffumigi più volte al giorno può alleviare il dolore, la congestione e l’infezione. Prova Eucalipto, Lavanda, Menta Piperita, Pino, Timo (Thymus vulgaris) o Albero del tè.

Mal di gola

I fumenti possono alleviare l’irritazione e il dolore alla gola, sia esso causato da un’infezione oppure se ti manca la voce dopo aver parlato troppo o esserti sgolato a un concerto. Incenso, Lavanda e Timo sono tutte buone scelte.

Attenzione: è bene sempre ricordare che questi rimedi naturali non sostituisco le cure mediche. Sono di certo ottimi alleati perché facilitano la respirazione e la decongestione (i loro benefici sono stati confermati da studi scientifici ed esperimenti condotti su pazienti come abbiamo visto). Sono un valido aiuto ed è consigliabile farli soprattutto prima di andare a dormire.

Suffumigi e cura della pelle del viso

I suffumigi, come accennato all’inizio chiamati anche “sauna facciale” non danno benefici solo a chi vuole alleviare i sintomi della sinusite e delle altre infiammazioni del tratto respiratorio. I suffumigi sono anche uno step fondamentale nel procedimento della pulizia del viso e come rimedio naturale contro la pelle secca.

Per una pulizia del viso fai-da-te, basta avvicinare il viso al vapori caldi dell’acqua mischiata a un po’ di bicarbonato e di olio dell’albero del tè, se avete la pelle impura. Questo aiuterà i pori della vostra pelle ad aprirsi e a espellere le impurità.

Dopo questo primo trattamento base di purificazione, il vostro viso sarà pronto per uno scrub naturale e una bella maschera idratante (magari a base di argilla!).

Insomma, l’inalazione di vapori, suffumigi, fumenti, o come dir si voglia, sono un rimedio antico, totalmente naturale ed economico. Davvero efficace e in grado di aiutare il nostro corpo soprattutto quando si avvicina al periodo invernale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.